Nella Parafarmacia di Alberto Toma vince la cultura della solidarietà, cosi parte la nuova esperienza di un salentino.

Nella Parafarmacia di Alberto Toma vince la cultura della solidarietà, cosi parte la nuova esperienza di un salentino.

Alberto Toma, è il ragazzo di Soleto che ha deciso di restare al Sud piuttosto che emigrare verso terre più proficue per il suo lavoro di Farmacista. L’amore del territorio e la valorizzazione di talenti locali, hanno fatto scegliere al giovane dottore di restare nel Salento. Lui per i suoi modi gentili ed educati che riportano a un passato molto remoto è stato definito dai suoi clienti – il Farmacista di una volta – chiaramente con grande soddisfazione.  Alberto Toma dopo aver conseguito la laurea in Farmacia ha lavorato nel settore, ma, le sue aspettative non sono state proprio quelle che lo avevano spinto a scegliere la facoltà. Lui si definisce un – alternativo contemporaneo – in un mondo dove Google è il dottore più gettonato, ed è quindi palese che la sua lotta sta proprio nel principio di quella figura professionale che si rapporta con i pazienti, oppure data l’ampia scelta dei prodotti presenti nelle farmacie e para-farmacie dei clienti. << Ho una idea che forse potrebbe sembrare antica, remota, arcaica, rispetto alla mia professione. Dopo essermi laureato ho lavorato in questo ambito, ma ho capito che non era di certo quello che volevo fare del mio futuro, un semplice dispensatore di farmaci, insomma per dirla tutta un commerciante piu’ che una figura professionale di riferimento alle persone. Ho molto riflettuto e piuttosto che fare quella vita monotona e priva di stimoli ho pensato di mollare tutto per fare il barbiere nel salone di mio padre. Un farmacista barbiere suona strano, ma forse sarei stato piu’ soddisfatto. Riflettendo però ho considerato che se volevo cambiare la mentalità generale, dovevo fare proprio il farmacista, essendo io stesso il mio datore di lavoro. Perciò mi sono messo in proprio, aprendo una Parafarmacia in uno splendido paese – Sogliano Cavour -, certo non è facile oggi, essere imprenditore, ma finalmente sono il Farmacista che ho sempre desiderato. Le persone si rivolgono a me per avere consigli, cioè io non mi limito solo a vendere un prodotto ma conosco le persone, ne carpisco le loro emozioni, a volte hanno bisogno solo di parlare. Questo è il mio futuro, essere il riferimento che una volta ricopriva una professione come la mia. Felice di affrontare i problemi della quotidianità con la serenità di chi, si rende davvero utile agli altri, ecco forse questo è ciò che voglio fare davvero – rendermi utile agli altri- >> Insomma un farmacista giovanissimo che ricerca nella progressione del suo lavoro, le buone pratiche di una volta, quando il farmacista era grande – custode dei segreti – delle persone. Nella sua Parafarmacia che si trova a Sogliano in viale Italia 56, Alberto già ha in programmazione alcuni eventi solidali, come quello del << Dona un prodotto per solidarietà >> dove ognuno può decidere di comprare e regalare un para-farmaco ai più bisognosi. Naturalmente il primo a mettere prodotti da donare è proprio lui, il Farmacista dal grande cuore. << Vorrei aiutare le persone a stare meglio, forse il mio modus vivendi è un po’ controcorrente – conclude Alberto – ma amo moltissimo il mio lavoro e la mia terra, lo faccio con amore e rispetto, non ho basato il risultato delle mie competenze sul profitto economico ma ho preferito un lavoro di nicchia, insomma una piccola eccellenza nell’ambito umano vale mille volte di più  di quella materiale>>. Nei prossimi giorni saranno stabilite le date della << Raccolta Solidale >> con tutto il programma, compresa l’Associazione che promuove e insieme ad Alberto contribuisce ad aiutare chi ha bisogno. Un modo questo, virtuoso, da esempio per una crescita sociale più sempre più umana.

                                                                                                                                                                 Maria De Giovanni

La redazione

Maria De Giovanni addetta alla comunicazione, cronaca nera, di inchiesta e giudiziaria. Presidente dell'Associazione SMAIS Sunrise che si occupa di sclerosi multipla ha scritto due libri autobiografici - Sulle orme della sclerosi multipla e la rinascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *