Buon Natale con la sesta edizione del presepe vivente a Matino

Buon Natale con la sesta edizione del presepe vivente a Matino

Siamo giunti alla VI edizione del Presepe Vivente di Matino, organizzata dall’associazione “Amici del Presepe di Matino” in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale di Matino, alla quale partecipano varie associazioni del territorio con capo fila la Proloco di Matino e alcuni
volontari,patrocinata dal Comune di Matino edalla provincia di Lecce.
La manifestazione con il passare degli anni si è consolidata, infatti coinvolge non solo i paesi limitrofi ma tutti quelli della provincia registrando ogni anno un enorme successo di pubblico e di
consensi con una partecipazionedi circa 15.000 visitatori.
IL PRESEPE VIVENTE si svolgerà nei giorni 26 e 29 dicembre ed il 5 gennaio, dalle ore 18:00 alle
ore 21:00.
Come ogni anno l’associazione decide di cambiare il percorso per far conoscere tutto il centro storico mettendo in risalto la parte più antica del borgo e per questo che quest’anno si inizierà a
visitare il presepe con l’ingresso da via Del Tufo svoltando a sinistra ci immettiamo nella stradina Via San Lorenzo, la quale è una delle strade più caratteristiche del centro storico, essa ci condurrà
per la chiesetta dell’Immacolata, chiusa da moltissimi anni, ed ora di proprietà di privati, i quali sono stati cortesi e disponibili a concederla per la rappresentazione dell’Annunciazione.Ammirata la prima scena si prosegue attraversando un bellissimo giardino, molto caratteristico per la sua antichità e dove sembra ritornare indietro nel tempo.Usciti dal giardino ci ritroviamo in una corte
caratterizzata da un arco antichissimo, attraversandolo si può notare la forma particolare della volta a stella. Ritornati in via Del Tufo proseguiamo il percorso coinvolgendo via Vittorio Emanuele II e via Crocefisso, ammirando le diverse scene collocate in case, frantoi, forni ecc.animate dagli alunni dell’istituto Comprensivo. Giunti alla fine di via Crocefisso troviamo la scena che chiude il presepe vivente con la rappresentazione della Natività collocata in una grotta naturale, che si trova in uno dei palazzi antichi del centro storico. Nel realizzare il presepe vivente si spendono tante energie e si sottrae tempo alle famiglie, ma ogni
anno la mia associazione insieme a tutti i volontari, lo fa con la consapevolezza che gli sforzi dei
giorni di preparazione verranno ripagati, guardando i volti dei visitatori emozionati e stupiti. Questo
ci fa riempire il cuore di gioia.
Auguri di buone feste.
Il Presidente
Luca Cataldo

La redazione

Maria De Giovanni addetta alla comunicazione, cronaca nera, di inchiesta e giudiziaria. Presidente dell'Associazione SMAIS Sunrise che si occupa di sclerosi multipla ha scritto due libri autobiografici - Sulle orme della sclerosi multipla e la rinascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *