L’esperto Mirco Turco psicologo e criminologo risponde, l’ipnosi sensazioni e percezioni

L’esperto Mirco Turco psicologo e criminologo risponde, l’ipnosi sensazioni e percezioni

 

L’esperto risponde :

Carissimo Dottor Turco; cosa significa applicare l’ ipnosi e per cosa la si applica? Grazie mille.

 

Carissimo lettore cercher0′ di dare una risposta alle sue domande dunque:

l’ipnosi è una forma di comunicazione profonda e autentica, attraverso la quale la persona accede più facilmente a parti di sé altrimenti sopite, taciute, strategicamente velate. E’ una forma elettiva di comunicazione e sicuramente è anche uno stato di apprendimento inconscio. L’ipnosi è modificazione transitoria di stati fisiologici e di sensazioni, di percezioni, pensieri, memorie e comportamenti.

L’ipnosi è un’esperienza psicosomatica ed è fondamentalmente uno stato naturale. La nostra mente va spontaneamente in uno stato ipnotico più volte al giorno e magari, non ce ne accorgiamo! L’esempio tipico è spostarci con la macchina ed arrivare a destinazione senza avere cognizione della strada, del traffico, dei semafori … Lo stesso Erickson, grande ipnotista, sosteneva “tutto può essere ipnosi”!In quei momenti le persone (…) tendono a fissare lo sguardo (…) possono chiudere gli occhi, immobilizzare il corpo, reprimere certi riflessi e sembrano momentaneamente dimentiche di tutto ciò che le circonda, sino a quando non abbiano completato la loro ricerca interiore”.

Probabilmente, le persone temono ancora l’ipnosi perché pochi ne parlano e i media, in generale, compiono quasi una sorta di disinformazione, aumentando il velo di mistero su tale pratica, come fosse magia.

Attraverso l’ipnosi possiamo giungere a livelli di consapevolezza maggiori e poi, indipendentemente dallo scopo, l’ipnosi rigenera il nostro sistema immunitario, riattiva cellule, riorganizza risorse che sono già dentro di noi. L’ipnosi non è controproducente e non crea dipendenza. Mediante ipnosi non si possono compiere azioni contrarie alla propria moralità e non si può rimanere “intrappolati” in un sonno ipnotico.

Durante il procedimento ipnotico, che varia da pochi minuti ad ore, c’è sempre una parte vigile che scruta, controlla, giudica. Non si perde coscienza quindi durante l’ipnosi.

Molte problematiche psicologiche e comportamentali possono essere affrontate tramite l’ipnosi che, ovviamente, può essere praticata solo da professionisti preparati: problemi d’ansia, disturbi dell’umore, fobie, disturbi alimentari. Inoltre, l’ipnosi è anche una potenziale pratica medica, considerando che può essere utilizzata in ostetricia e ginecologia, in microchirurgia, in odontoiatria, in dermatologia, in oncologia e per offrire un’alternativa ad alcuni farmaci, quindi come anestetico naturale.  L’ipnosi è anche utile per debellare alcuni comportamenti viziosi come fumare, così come per gestire meglio l’alimentazione e le diete, per perdere peso, …

Generalmente, tutti possono essere ipnotizzati ma esiste una percentuale minima di persone molto resistenti. In ogni caso, l’ipnosi non crea effetti collaterali.

Su un versante applicativo, l’ipnosi può essere condotta come pratica di rilassamento progressivo, quindi, partendo da posizione comoda, distesi su una poltrona. Dopo circa 15 minuti si può ottenere già un primo stadio di ipnosi, in cui le sensazioni principali sono rilassamento e pesantezza corporea. Successivamente, possiamo entrare in uno stadio più profondo, in cui cominciamo a non avvertire più molti stimoli esterni (luce, rumori ambientali, temperature, …). Infine, possiamo entrare in uno stadio più profondo, in cui la nostra mente “divaga” o attiva una “ricerca interiore”. In questa fase, il corpo è profondamente rilassato e si verifica una variazione dello stato di coscienza, con modificazioni a livello psicologico e neurofisiologico. A livello cerebrale, è come se attivassimo meglio la comunicazione tra gli emisferi (razionale ed emotivo).

In fase di “risveglio”, la persona avverte, sovente, pesantezza e rilassamento ed avverte un leggero disorientamento. Si possono produrre, inoltre, alterazioni del senso del tempo e amnesie. La persona, cioè, non ricorda cosa ha pensato o quali ricordi, eventuali, ha avuto. La stragrande maggioranza delle persone riferisce un senso di benessere generale.

L’ipnosi ha un potenziale davvero unico e incredibile, inoltre, attraverso una formazione specifica, è possibile utilizzarla autonomamente come pratica antistress o per gestire, ad esempio, piccoli problemi legati al sonno o alla stanchezza, quindi per recuperare energie e forze. Mezz’ora di ipnosi equivale infatti, fisiologicamente, a 1 ora e mezza di sonno!

Esiste poi, un’altra forma di ipnosi, l’ipnosi dinamica, legata cioè al potere della comunicazione non verbale. È una pratica molto potente ed è molto più istantanea rispetto all’ipnosi classica. Ma di questo, ne parleremo un’altra volta!

Dott. Mirco Turco

Un pensiero su “L’esperto Mirco Turco psicologo e criminologo risponde, l’ipnosi sensazioni e percezioni

  1. Caro dottore , sono una ragazza di 22 anni . Da 5 anni sento le voci ..attualmente prendo l invega 6 mg ho consultato diversi medici alcuni pensano sia bipolare altri schizzofrenica ..con fatica mi sono diplomata ad una scuola pubblica ma per via delle voci non ho continuato gli studi, con fatica ho svolto lavori e attualmente ne sto cercando uno ..ho amici, esco . Ho iniziato una terapia con uno psicologo di tipo comportamentale ..l ansia è diminuita e anche le voci ..ma a volte ritornano quando sono sotto stress .. attualmente combatto con le paranoie .Mi sono imbattuta leggendo un articolo nell’ipnosi e vorrei sapere se può essere efficace x il mio disturbo lei cosa ne pensa vorrei un consiglio. La ringrazio anticipatamente per il suo tempo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.