Oggi il corteo per le vittime della strada a Melendugno e Borgagne

Oggi il corteo per le vittime della strada a Melendugno e Borgagne

L’ associazione italiana familiari e vittime della strada di Melendugno e Borgagne,  si uniranno in un corteo per ricordare tutte le vittime che hanno perso la vita sulla strada. Al termine della messa delle 10.30 infatti, partendo dalla Chiesa Madre avrà inizio un corteo insieme dei ragazzi del catechismo e dell’Istituto Comprensivo “Rina Durante”, per arrivare piazza Borgo Sant’Antonio dove è collocato il monumento dedicato alle vittime di incidenti stradali. Sono momenti di tristezza per tutti, e in modo particolare per i familiari dei tanti giovani che purtroppo hanno perso la vita sulla strada. Dopo il corteo giunti sul posto ci saranno gli interventi istituzionali e alcuni momenti di riflessione. Sarà poi alle 18 che l’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada di Melendugno e Borgagne nella parrocchia Maria SS. Assunta hanno invitato tutta la comunità si riunirà per la celebrazione della messa in ricordo delle vittime. << Come primo cittadino di Melendugno – commenta Marco Potì il primo ringraziamento è rivolto alla associazione vittime della strada, presente fattivamente sul territorio sempre, non solo per un giorno in cui ricorre il ricordo di queste vittime. Insieme ci stringeremo con i familiari delle tante vittime degli incidenti stradali. Una unione questa che trova una laboriosità durante tutto l’anno, con la scuola, sperando di essere utili agli altri, a chi ha subìto un dolore così grande. Come amministrazione noi siamo e saremo tutti presenti affinché non si riduca tutto alla riflessione di un solo giorno, ma attraverso dei momenti da condividere insieme sulla prevenzione e sensibilizzazione di questo delicato tema>>.<<Si partecipa sempre meno a queste iniziative di sensibilizzazione, queste problematiche sembrano non appartenerci; eppure tante sono le vittime delle strade italiane dichiara – il parroco don Salvatore Scardino – riguardo alla manifestazione organizzata “Non può, anzi non deve esaurirsi tutto nel ricordo di un giorno. Bisogna fermare questa strage, bisogna che questa battaglia non sia portata avanti da pochi, ma deve essere un problema affrontato con grande serietà e concretezza da tutti. Per la sicurezza stradale Istituzioni e cittadini devono lavorare insieme, più mani e più menti possono vincere>>.

Maria DE GIOVANNI

La redazione

Maria De Giovanni addetta alla comunicazione, cronaca nera, di inchiesta e giudiziaria. Presidente dell'Associazione SMAIS Sunrise che si occupa di sclerosi multipla ha scritto due libri autobiografici - Sulle orme della sclerosi multipla e la rinascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *