Primo sbarco del 2020 a Santa Maria di Leuca

Primo sbarco del 2020 a Santa Maria di Leuca

Primo sbarco del 2020, oggi a Santa Maria di Leuca, i migranti erano stati avvistati già nel primo pomeriggio e subito dopo è partito l’allarme generale, che ha coinvolto le forze dell’ordine, la Capitaneria di Porto, il comune di Castrignano del Capo.  Sono 56 persone in tutto, di cui quattro minori, uno non accompagnato, due nuclei familiari di cui una donna facente parte di uno dei nuclei. Gli immigrati hanno viaggiato con il mare in tempesta e le loro condizioni all’arrivo erano alla stregua della forza. Vento e onde alte insieme al vento, hanno provocato stati di ipotermia. Una situazione davvero terribile, sul posto al momento dello sbarco , sono stati presenti oltretutto anche gli amministratori del comune, fra cui sindaco e assessori vari. Dopo un primo aiuto ai migranti, fornito dalla Croce Rossa, tutti sono stati trasferiti a Otranto nel centro di accoglienza don Tonino Bello. A intervenire anche la Caritas Diocesana di Otranto che ha fornito bevande e pasti caldi. I due scafisti ucraini sono stati arrestati.

La redazione

La redazione

Maria De Giovanni addetta alla comunicazione, cronaca nera, di inchiesta e giudiziaria. Presidente dell'Associazione SMAIS Sunrise che si occupa di sclerosi multipla ha scritto due libri autobiografici - Sulle orme della sclerosi multipla e la rinascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *