Zanzare come difendersi

Zanzare come difendersi

 

Zanzare. Come difendersi

Bisogna sfatare la  leggenda metropolitana che racconta come le zanzare preferiscono il sangue dolce. Tale credenza e’ priva logica perche’ per succhiare il sangue piu’ “dolce” le zanzare devono comunque pungere la persona; e’ invece l’odore della pelle e la sua temperatura che le attirano ed e’ per questo motivo che esistono in commercio prodotti repellenti da spalmare sul corpo. Un tempo le zanzare pungevano prevalentemente di sera, mentre attualmente  la presenza della fastidiosissima zanzara tigre, ha visto attacchi che si svolgono anche di giorno, tanto che alcuni comuni hanno avviato operazioni di bonifica del territorio. Il metodo piu’ antico per difendersi dalle zanzare e’ quello della zanzariera. Alle finestre o sopra il letto, la zanzariera offre da millenni la sua naturale ed efficace protezione contro gli insetti fastidiosi e nocivi. Sono, comunque, disponibili insetticidi in diverse modalita’ d’uso: spray, spirali e diffusori. Sono efficaci con l’avvertenza di tenersi lontani d  ai luoghi dove vengono irrorati  e di collocare i propagatori vicino a porte e finestre e non accanto al  letto o al divano. Un’altra strategia è quella di tenere piante aromatiche (basilico, citronella, geranio, lavanda,ecc) su balconi e terrazze, oltre ad abbellirle, che svolgono un’azione di contenimento delle zanzare. Ci sono comunque altri metodi piu’ aggressivi come  le “racchette elettriche” che possono essere agitate nell’aria proprio come una racchetta da tennis. Il consiglio degli specialisti è sempre lo stesso evitare posti ricchi di umidità e proteggere la pelle con i prodotti studiati per la repellenza delle zanzare.

Maria De Giovanni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.