Beppe Grillo a Melendugno, il comitato NO TAP dice no a strumentalizzazioni politiche

Beppe Grillo a Melendugno, il comitato NO TAP dice no a strumentalizzazioni politiche

20 settembre 2014

E’  tutto pronto per dire no al gasdotto, argomento di grande dibattito sociale locale che in modo trasversale ha toccato i grandi esponenti dello stato, oggi per dire no alla TAP, Beppe Grillo il leader del movimento cinque stelle, pronto a gridare no, contro un’infrastruttura che distruggerebbe una parte di Salento a vena prettamente turistica, ovvio che la verve del leader la farà da padrona tanto da pensare quasi a un movimento politico più che alla risoluzione vera del problema. Grande sorpresa del comitato No TAP che rappresenta i cittadini contrari alla maxi struttura, che si dissocia dal leader in quanto , quella della no TAP,è una battaglia che nasce dal cuore, dal sentimento di proteggere il Salento, cosi come si farebbe con il proprio giardino di casa, perciò’ le due manifestazioni hanno un obiettivo unico, il no a voce alta contro la TAP, a prescindere da ogni qualsivoglia orientamento politico. Anche se di politica poi si tratta. Che sia strategia? In una recentissima intervista presso Radio Regione Salento, fra gli invitati era presente il sindaco di Melendugno Marco Poti che ha ribadito ai prossimi candidati alla regione Puglia di gridare a gran voce il loro assenso /dissenso alla TAP, in modo che i cittadini sappiano chi stanno votando e soprattutto da qui partire con una politica trasparente, che facciano sapere il loro parere circa l’approdo del gasdotto a San Foca, spetterà ai cittadini l’ultima parola.

Maria De Giovanni

Maria de Giovanni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.