BIKE & TARANTA, tutto all’insegna dell’ecosostenibilità

BIKE & TARANTA, tutto all’insegna dell’ecosostenibilità

22 agosto 2014 – L’associazione Salento Bici Tour, in collaborazione con la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, ha organizzato anche quest’anno uno spostamento in bicicletta per raggiungere la kermesse finale di Melpignano. Quest’anno carovana speciale formata da decine i ciclisti, provenienti da tutta Italia (in particolare Genova, Torino, Milano, Bologna), che partecipano a un viaggio di una settimana denominato “Bike&Taranta”, tutto sulle due ruote a trazione umana. Il tour, organizzato in collaborazione con l’associazione “Vacanze della taranta – folkitalia . Per questa prima tappa, che da Lecce li porterà al concertone, l’amministrazione comunale di Melpignano metterà a disposizione dei ciclisti una piccola area camping, in modo che possano ripartire in tutta sicurezza il giorno seguente – direzione Otranto. 

 “La nostra associazione si occupa di turismo sostenibile – commenta Carlo Cascione, presidente di Salento Bici Tour – dunque lavoriamo tutto l’anno per portare in Salento un turismo rispettoso del territorio e attento all’ambiente. Organizzando la carovana de “la notte della taranta in bicicletta”  cerchiamo anche di dare un segnale al resto della popolazione. Il turismo balneare, per quanto possa apportare ricchezza, che comunque è effimera, è estremamente dannoso per l’ambiente – com’è sotto gli occhi di tutti. Rischiamo di sacrificare sull’altare di un profitto effimero il nostro bene più prezioso: le nostre splendide campagne e il nostro mare pulito.  Allo stesso modo i grandi eventi generano tonnellate di rifiuti visibili e invisibili (come l’inquinamento dell’aria): non bisogna precludersi il divertimento, ma ci sono modi più sani sia per il corpo sia per l’ambiente di praticarlo”. 

“ringraziamo l’Amministrazione Comunale di Melpignano” conclude “che anche quest’anno ha permesso a chi vuole raggiungere il concerto in bicicletta di trovare un riparo sicuro per trascorrere la notte e mettere al sicuro il mezzo. L’impegno in direzione di una mobilità più sostenibile, grazie anche all’utilizzo dei treni, trova conferma in quest’azione”. 

La redazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.