Buttare un sacco di spazzatura (umido) nei contenitori delle marine di Melendugno non è reato

Buttare un sacco di spazzatura (umido) nei contenitori delle marine di Melendugno non è reato

Il comandante risponde a un quesito di un cittadino:

Carissimo comandante abito nel comune di Melendugno, faccio già la differenziata come tutti, vorrei porle il seguente quesito: se dovessi buttare nel cassonetto un sacco di spazzatura nei contenitori siti nelle vostre marine sarei colpevole di un reato?

Ritengo che la risposta al cittadino che ha posto la domanda debba essere pratica e lapidaria, tanto da giungere presto e bene alla coscienza morale di tutti. Non può essere perseguito chi, non avendo fatto in tempo ad effettuare la differenziata in paese (nel caso specifico l’umido) porti con se il bustone da smaltire al primo contenitore utile, sempre per l’umido, nelle marine. Semmai è un discorso di regola sociale, di voglia e volontà di contribuire ad un progetto comune e, quindi, ad un risparmio. Occorre precisare che lo smaltimento per differenziata ha notevoli abbattimenti dei costi al contrario che nelle marine dove questo ancora non avviene. Inoltre i vari copertoni, ethernit, frigo, televisori ecc. Ecc. Abbandonati agli angoli di campagna, li paghiamo tutti per smaltirli e a caro prezzo, come rifiuti speciali e perfino pericolosi. Questi sono conteggiati a parte e spalmati sul conto di tutti.

Comandante Nahi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.