Dibattito buddismo,Parlamento dei giovani

Dibattito buddismo,Parlamento dei giovani

Parlamento dei giovani: buddismo e libertà religiosa al centro della plenaria

Cecilia Petti e Cristina Cane, dell’Istituto Nazionale Buddista Soka Gakkai, sono state le protagoniste della settima seduta plenaria del Parlamento regionale dei giovani.
L’integrazione interreligiosa è il tema che gli studenti parlamentari di via Capruzzi affrontano in particolare quest’anno e che è stato e approfondito in compagnia di Rosalba Magistro, responsabile della sezione multiculturale del Servizio Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio regionale della Puglia.
Interessante il contributo delle giovani ospiti, che hanno spiegato in modo dettagliato è il loro credo religioso, citando alcuni eventi aperti all’intera comunità, finalizzati alla sensibilizzazione della salvaguardia del paesaggio pugliese, in particolare “Bari SenzAtomica”,
“La nostra comunità buddista mira soprattutto ai luoghi di culto – ha spiegato Cecilia Petti – perchè non abbiamo una vera e propria sede, ma ci autofinanziamo per pagare il fitto di un appartamento”.
Numerose le domande degli studenti, sempre curiosi di nuovi chiarimenti.
A fine incontro, si è proseguito con un resoconto delle ricerche sul tema. Sono stati affidati inoltre i compiti per la realizzazione della rivista finale, mettendo nero su bianco idee, spunti e riflessioni suggeriti dai tre incontri del progetto “Politica bene comune”.
Work in progress quindi per i giovani parlamentari, in attesa di conseguire l’obiettivo comune: sviluppare una proposta di legge mirata a realizzare l’integrazione di tutte le religioni in Italia. (Ufficio stampa PRG: Capussela, Di Pasqua, Maisto, Marchionna)
La redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.