Frutti antichi di Puglia: torna il buono della biodiversità salentina

Frutti antichi di Puglia: torna il buono della biodiversità salentina

Partono a il 10 e 11 Ottobre a Tiggiano, degustazioni di confetture originali, mostre e laboratori di innesti

Torna Sabato 10 e Domenica 11 Ottobre il bello e il buono della tradizione ortofrutticola locale con “Frutti antichi di Puglia”, l’evento promosso dal Parco Naturale Regionale “Costa Otranto S.Maria di Leuca –bosco di Tricase” che punta alla conservazione  e alla valorizzazione della biodiversità agraria.  Ad ospitare il calendario ricco di iniziative è il Palazzo Baronale di Tiggiano. Qui , Sabato 10 a partire dalle 18:00 , sarà possibile  partecipare a tavole rotonde con responsabili del progetto Re.Ge.Fru.P, esperti di settore e portatori di esperienze concrete sul territorio; si inaugurerà inoltre  la mostra fotografica e pomologica che resterà aperta per tutta la settimana; il tema principale della mostra pomologica saranno le  varietà frutticole autunnali del Parco (ma anche di altre aree rurali della Puglia), mentre la mostra fotografica è suddivisa in quattro sezioni: le attività del Parco nel progetto Re.Ge.Fru.P –  Recupero del  Germoplasma Fruttifero Pugliese,  paesaggi rurali costieri, custodi e  personaggi, biodiversità. Infine sarà possibile  degustare golose  confetture di  frutti minori , denominati tali perché ai margini del mercato e delle produzioni, ma non inferiori per gusto.  Mentre Domenica 11 si aggiunge, a partire dalle 18:00, un utile laboratorio pratico di come si effettuano gli innesti; anche in quest’occasione sarà possibile assaggiare  confetture artigianali . A margine di ogni giornata un apposito spazio sarà dedicato alle video proiezioni: “La via delle fiche” di Carlo Cascione e Francesco Minonne, “Food diversity” di Terrarossa Cooperativa sociale e “La cicoria bianca di Tricase” di Salento km0-Meditfilm

Maria De Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.