L’esperto psicologo Mirco Turco risponde: l’empatia è la magia della comunicazione

L’esperto psicologo Mirco Turco risponde: l’empatia è la magia della comunicazione

 

La parola deriva dal greco “εμπαθεία” (empatéia, a sua volta composta da en-, “dentro”, e pathos, “sofferenza o sentimento”), che veniva usata per indicare il rapporto emozionale di partecipazione che legava l’autore-cantore al suo pubblico. Empatia significa “sentire dentro” e analogamente “mettersi nei panni dell’altro”. L’empatia è una capacità dell’esperienza umana e animale.

Grande interesse è stato posto infatti nella ricerca di corrispondenze biologiche per l’empatia.  Sono stati valutati allo scopo i cosiddetti “neuroni-specchio”, attraverso diagnostica per immagini del tipo fRMN. Queste unità cellulari si attivano sia quando un’azione viene effettuata da un individuo sia quando questo stesso individuo osserva la stessa azione effettuata da un altro individuo. Tale fenomeno è stato in particolare osservato in alcuni primati e l’importante scoperta è italiana. Analogamente negli uomini si attiva la medesima area cerebrale nel corso di un’emozione e osservando altre persone nel medesimo stato emozionale.

L’empatia è dunque legata molto alla comprensione dell’altro, al sentire l’altro e a provare, di fatto, cosa prova un’altra persona in uno specifico momento o situazione. È legata molto ad una sorta di sintonia tra inconsci, ad un incontro che non è verbale ma solo legato ai gesti e quindi al repertorio non verbale. La comunicazione non verbale, infatti, ha più rilevanza ed efficacia di quella verbale (circa l’80%).

L’empatia spiega anche perché siamo in sintonia simultanea con alcune persone rispetto ad altre o perché abbiamo delle intuizioni particolari, o semplicemente perché “a pelle” avvertiamo affinità o comprensione dell’altro. Non è necessario, quindi, che le persone si conoscano già.

Secondo un versante cognitivo, essere empatici significa comprendere i pensieri, le intenzioni, riconoscere le emozioni in modo accurato dell’altro e riuscire anche a vedere la situazione che sta vivendo l’altro dalla sua prospettiva.

L’empatia è la magia della comunicazione. Ci permette realmente di entrare nel mondo dell’altro. È una chiave di accesso strategica e porta ovviamente alla comprensione, alla condivisione e al rispetto.

In medicina e in psicologia il concetto di empatia è fondamentale per stabilire una relazione efficace con il cliente e anche per le cure e le terapie. È l’attitudine a offrire la propria attenzione per un’altra persona, mettendo da parte le preoccupazioni e i pensieri personali. La qualità della relazione si basa sull’ascolto non valutativo e si concentra sulla comprensione dei sentimenti e bisogni fondamentali dell’altro. Questo però non è sempre così scontato!

Dott.Mirco Turco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.