Lo psicologo risponde,si puo’ mangiare per nervosismo?

Lo psicologo risponde,si puo’ mangiare per nervosismo?

Carissimo dottore complimenti per la sua rubrica, molto interessante avrei da porle due quesiti:gli uomini amano le donne magre, al più formose. Mangio per nervosismo. L’ Ipnosi è utile?

L’esperto risponde:

L’ipnosi è uno strumento efficace che può essere utilizzato per svariate problematiche, anche nei disturbi dell’alimentazione e più in generale per gestire meglio diete o piani alimentari.

Non gradisco molto il termine “controllare l’alimentazione”,  poiché il controllo potrebbe avere risonanze negative per il nostro inconscio! Di fatto, l’ipnosi può eliminare inneschi e condizionamenti negativi nei confronti del cibo e più in generale, opera per “gestire” meglio soprattutto gli impulsi verso il cibo.

L’ipnosi agisce quindi su una migliore possibilità di scegliere consapevolmente ciò che si mangia e come soprattutto si mangia. Non è un caso che le emozioni possano incidere sulla quantità e qualità di cibo che noi ingeriamo. Ma le nostre care emozioni sono una cosa differente rispetto al cibo.

L’ipnosi può aiutare la persona, in primis, a fissare alcuni obiettivi (specie se si vuole perdere peso) e per ridurre progressivamente alcune abitudini alimentari acquisite che sono probabilmente deleterie (es. mangiare per noia; mangiare quando si è arrabbiati).

Agisce direttamente sulla volontà del soggetto e sulla costanza. Ma volontà e costanza non sono tutto. Occorre l’opportunità per raggiungere i nostri obiettivi e quindi una vera formamentis. L’ipnosi agisce anche a livello cerebrale, creando nuove connessioni e nuovi apprendimenti o smuovendo capacità e risorse che sono già dentro di noi. Il nostro cervello, infatti, ha un centro per la fame ed uno per la sazietà.

I pensieri, quindi, hanno un loro peso!    E oltre ai pensieri, anche le emozioni. Sovente, capita di mangiare senza pensare al momento. Magari siamo con la mente altrove o in altri tempi e in altri spazi. Se immagino una cosa negativa mentre mangio, anche il modo in cui mangio subirà una variazione. Ovviamente è vero anche il contrario. Se sono arrabbiato, mi avvicinerò al cibo magari in modo più aggressivo. L’ipnosi agisce però anche a livello di immagine corporea. Ognuno di noi ha una mappa del proprio corpo e tale mappa è sempre con noi, in ogni circostanza e in ogni momento: quando camminiamo, quando dialoghiamo, quando mangiamo. Ritengo che il nostro specchio, a volte, dovrebbe riflettere meglio prima di riflettere la nostra immagine! Ma questa è un’altra questione …

Spero di averle tolto qualche dubbio. Quanto al fatto che gli uomini amino le donne magre, non ne sarei tanto convinto. Ma questo è solo un parere di un uomo!

Dott. Mirco Turco

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.