Lo specialista risponde: Marta Morelli psicologa

Lo specialista risponde: Marta Morelli psicologa

Cara direttrice mi rivolgo alla dottoressa psicologa Marta Morelli per sapere cosa fare; ho una figlia di dodici anni che in piena adolescenza mi odia. Devo smettere di dettare le regole?
Grazie per la risposta; Elena

Risposta dello specialista
Cara Elena,
dalla tua lettera posso dedurre che il problema sia solo adolescenziale pertanto rispondo: a 12 anni c’è l’importante passaggio dalla pre-adolescenza all’adolescenza, ciò significa che dopo una breve esplorazione inizia lo slancio impetuoso verso “il voler diventare grandi ed in fretta” sia fisicamente che psicologicamente, di conseguenza per far ciò i ragazzi non trovano arma migliore che la “ribellione”. Questo non significa che tua figlia ti odia, ma semplicemente che ora la ragazza inizia ad avere altre priorità ed ambire ad altri desideri/bisogni che probabilmente con le tue regole tu impedisci.
Tua figlia probabilmente rivendica libertà ed indipendenza ed il tutto le va accordato con le giuste dosi ed il giusto tempo: non bisogna, quindi, smettere di dettare regole, ma probabilmente chiarirle e ritoccarle insieme, ricordandoci che noi siamo gli adulti responsabili e gli amici saranno solo i suoi pari. Resisti ad eventuali suoi scatti d’ira, non cadere nell’errore di rispondere con le sue stesse modalità perché ne verrebbe fuori una guerra inutile. Falle sentire quanto la ami, che tu ci sei sempre e che comprendi le sue ragioni, ma che c’è un tempo giusto per tutto, soprattutto per fare delle scelte importanti. Qualche volta, lasciala cadere e sbagliare, rimanendole vicino facendole sentire che comunque tu la ami e ci sarai sempre.
Per qualsiasi altro dubbio io sarò lieta di rispondere.
D.ssa Marta Morelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.