Oggi a Vernole aquiloni in cielo per la festa della primavera e San Giorgio

Oggi a Vernole aquiloni in cielo per la festa della primavera e San Giorgio

Appuntamento fissato con le famiglie di Vernole per la manifestazione organizzata dalla parrocchia Maria S.S. Assunta per la -festa della primavera -che ogni anno si festeggia presso l’Oratorio “Porta Bella”.Quest’anno a causa del corona virus cambiano le modalità della tanto attesa festa, che si potrà fare ognuno nella propria casa. Perciò la festa sarà vissuta anche quest’anno dalla comunità di Vernole, anche se ognuno dalle proprie case, come ha spiegato il parroco don Leonardo: “Quest’anno sarebbe coincisa con la festa della Madonna di Roca, anch’essa soppressa e in ogni caso sarebbe stata rimandata”. Si è deciso perciò di anticiparla a giovedì 23 aprile in concomitanza con la festa degli Scout che è San Giorgio, sono stati loro a chiedere la possibilità di fare realizzare gli aquiloni alle famiglie e in questo modo Don Leonardo ha permesso di festeggiare tutte e due le ricorrenze proprio a causa della situazione di grave ristrettezza data dall’isolamento del virus.Perciò quest’anno la comunità vernolese e   tutte le famiglie stanno costruendo e preparando ognuno di loro un aquilone che lasceranno volare in cielo alle 16, dai terrazzi e dai balconi delle proprie abitazioni. Una innovazione in questo tempo di ristrettezza dove non si può festeggiare tutti insieme con i vari giochi che si sono fatti gli altri anni per la festa di primavera.  Sarà un pomeriggio bellissimo, colorato delle migliaia di aquiloni che riempiranno il cielo di Vernole, un modo per abbattere le distanze, stare tutti insieme seppur in maniera diversa, ma il lavoro di ogni bambino e famiglia sarà il segno di rinascita, rispetto alla situazione stringente e dolorosa data dal corona virus appunto. L’iniziativa questa promossa dal parroco don Leonardo Giannone, parte dal gruppo Scout Agesci Vernole 1, tutte le foto degli aquiloni in cielo saranno postate su #nonSiamoPoiCosìLontani dei social network.

La redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.