RAI: GIACOMELLI, CANONE IN BOLLETTA DA GENNAIO

RAI: GIACOMELLI, CANONE IN BOLLETTA DA GENNAIO

 

26 novembre

 

CODACONS: MISURA ABNORME E VIOLENZA NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI, PRONTI A RICORSI

 

 

Il Codacons pronto alla battaglia legale contro l’inserimento del canone Rai nella bolletta elettrica che, secondo le dichiarazioni del sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, dovrebbe scattare a gennaio 2015.

“Si tratta di una misura abnorme, una forma di violenza nei confronti degli utenti – denuncia il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – L’inserimento del canone in bolletta, oltre a presentare possibili profili di illegittimità, creerà effetti a valanga con conseguenze per i consumatori e per le imprese elettriche. Un ulteriore complicazione per chi, non possedendo un televisore, vorrà chiedere l’esenzione dal pagamento, e un caos amministrativo in capo ai fornitori di energia, che si trasformano in esattori. Pensiamo poi al caso delle morosità in bolletta: come distinguere le due voci in caso di mancato pagamento delle fatture?”.

Il Codacons ricorda inoltre come l’Autorità dell’energia abbia già bocciato tale ipotesi, sottolineando che il canone Rai non può essere qualificato come di interesse per il consumatore elettrico.

“Stiamo studiando le possibili azioni legali volte a bloccare il provvedimento – prosegue Rienzi – e non escludiamo una valanga di ricorsi da parte degli utenti contro il canone Rai in bolletta”.

La redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.