Quando arriva il bebè tra genitori e nonni deve esserci un giusto compromesso sui ruoli e sull’educazione dei figli.

Quando arriva il bebè tra genitori e nonni deve esserci un giusto compromesso sui ruoli e sull’educazione dei figli.

Carissima dottoressa ho due bimbi piccoli, mia suocera si intromette nella loro educazione, cerco di essere gentile ma non lo capisce e continua con il suo fare. I nonni non dovrebbero improvvisarsi genitori, come posso fare? Grazie mille.

Risponde la psicologa Marta Morelli

Cara scrittrice, la tua domanda apre un argomento molto delicato e nello stesso tempo all’ordine del giorno in molte famiglie italiane. Quale neo-genitore guardando indietro alla propria educazione ed a quella del proprio partner non ha detto…con mio figlio non farò questo errore? Ma forse l’errore vero consiste proprio nel fatto di non comprendere che ciascuno nella propria vita da genitore ha tentato di dare e fare il meglio per il proprio figlio e non avrebbe mai voluto commettere errori..o almeno non intenzionalmente; oggi magari quel genitore si ritrova ad essere nonno e potrebbe ripetere alcuni suoi comportamenti “da noi ritenuti errati” anche con i nipoti, ed è proprio qui che nasce lo scontro!!

Dobbiamo innanzitutto tener conto del fatto che i nonni hanno diritto di vedere ed amare i propri nipoti, ed è proprio questo grande, anzi grandissimo amore, che provano per loro che li rende spesso egoisti ed eccentrici. I nonni non si improvvisano genitori, perché a loro volta lo sono stati e lo sono ancora. E qui non posso fare a meno di citare una frase dialettale di tante nostre nonne del sud che ben descrive il loro punto di vista: “alli niputi vuei chiu bene te li figghi” tradotto “ai nipoti vuoi più bene rispetto ai figli”, cosa ovviamente infattibile, ma probabilmente così profondamente vissuta dai nonni sia per il diverso contesto, per l’età, la pazienza, il tempo da dedicare ai nipoti rispetto a quello che si è potuto fare coi propri figli.

Ritengo però anche giusto che siano i genitori a dover dettare le regole di educazione dei propri figli e ad esigere che le stesse vengano rispettate da chiunque si occupi di loro. Ma complice a sfavore è proprio il fatto che oggi molte mamme lavorano e sono costrette a lasciare i propri piccoli ai nonni, i quali fanno fatica a far rispettare delle regole che non condividono o ancor peggio non comprendono, o che giudicano esagerate.

Prima di tutto, quindi, il dialogo: tra genitori e nonni deve esserci un giusto compromesso sui ruoli e sull’educazione dei figli. Bisognerebbe proprio sedersi a tavolino e spiegare ai nonni quanto la loro presenza sia importanti nella vita dei nipoti, ma nello stesso tempo quanto il loro contrastarvi non faccia altro che destabilizzare il bambino creando dei malumori che di sicuro non regalano serenità a nessuno, tanto meno ai piccoli.

Spiegate il perché delle vostre regole, dei divieti ed il perché del diverso stile di vita che vorreste per i vostri figli!

Dott.ssa Marta Morelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.