Riaprono i percorsi della FAI

Riaprono i percorsi della FAI

Riaprono i percorsi FAI

Il 21 e 22 marzo ritorna la 23esima edizione della manifestazione promossa dal Fondo Ambiente Italiano. Nel Leccese i siti da visitare aperti al pubblico sono sette, bellissimi, affascinanti, nel triangolo di terra salentina che comprende Lecce –Otranto-Surbo. Come l’anni scorso si potrà visitare l’abbazia di Santa Maria a Cerrate, che il Fai ha ricevuto in concessione per 30 anni dalla Provincia di Lecce. A Lecce si potranno visitare la Chiesa di Sant’Angelo in piazzetta Sant’Addolorata, la chiesa di San Niccolò dei Greci, in piazzetta Chiesa Greca. Surbo aprirà le porte della chiesa di San Vito, e della chiesa di San Giuseppe in via Umberto II. Le guide turistiche saranno i ragazzi delle scuole che tradurranno anche in lingua inglese .Tutte le informazioni inerenti alla manifestazione saranno forniti in una conferenza stampa a Lecce dove parteciperanno: Daniela Bruno, archeologa e responsabile Ufficio Valorizzazione Beni del Fai; Loretta Martella, Responsabile Fai per l’abbazia di Santa Maria di Cerrate; Daniela Esposito, curatrice del progetto di restauro; Salvatore Bianco, funzionario responsabile per la provincia di Lecce della soprintendenza per i Beni archeologici della Puglia; Paul Arthur, direttore della scuola di specializzazione in Beni archeologici dell’Università del Salento.

Maria De Giovanni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.