Spopola fra le ragazze la moda dei knuckle rings, gli anelli a metà dito.

Spopola fra le ragazze la moda dei knuckle rings, gli anelli a metà dito.

 

 

 

I knuckle rings sono la moda del momento, si tratta di anelli molto sottili che si portano da soli o in gruppo sulla prima o seconda falange delle dita, meglio se accompagnati da manicure estrose e alla moda dai colori eccentrici.

“Knuckle” è un termine inglese che significa letteralmente “nocca” e fa riferimento alle nocche della mano, alla articolazione che abbiamo sulle dita, dove vengono indossati questi anelli. Non si tratta di una novità assoluta, anzi la loro origine è molto antica la sua nascita risale al Rinascimento, dove le nobildonne amavano indossare questi sottili anelli attorno alle falangi superiori per accentuare la linea morbida delle mani e contraddistinguersi dalle donne meno benestanti, generalmente dalle mani segnate dal duro lavoro nei campi e impossibilitate dunque a portare anelli così eleganti alle dita. All’origine gli anelli a metà dito knuckle rings di Catbird erano in vero oro e argento, ma con il tempo si sono aggiunte proposte di bigiotteria davvero sfiziose, passando dalle semplici e sottili fedine nei colori metallici a versioni smaltate, fluo, con croci, frecce, fiocchi, cuori, perle e cristalli Swarovski, rigorosamente da portare in gruppo alle prime o seconde falangi per un look divertente e sfacciato. I più gettonati sono quelli classici a fedina, quelli a fiocco o con il simbolo dell’infinito (un otto rovesciato). Ovviamente è possibile personalizzare questo stile portando anche solo uno di questi anelli knuckle rings, che ricordiamo possono essere chiamati a seconda del marchio che li propone anche “tea rings“, “memory rings” o “midi rings“, per uno stile più sobrio.

Maria De Giovanni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.