Vigili del fuoco, chi paga la prestazione? Il comandante risponde.

Vigili del fuoco, chi paga la prestazione? Il comandante risponde.

Carissimo comandante,durante un piccolo incendio sono stati chiamati i viglili del fuoco chi paga la loro prestazione? Grazie mille

Il comandante Antonio Nahi risponde:

Premesso che l’intervento dei Vigili del Fuoco può essere richiesto per:

  • incendi di varia tipologia (abitazioni,stabilimenti, bidoni, sterpaglie, autovetture ….)
  • scoppi o esplosioni
  • soccorsi e ricerche persone o animali
  • soccorso in zone impervie es. fiumi, pozzi
  • infortuni sul lavoro e in casa
  • incidenti stradali, ferroviari, aerei, navali, nucleari
  • incidenti che coinvolgono sostanze pericolose e radioattive; es. fughe di gas
  • dissesti statici: crolli, frane, lesioni a strutture
  • calamità naturali: terremoti, frane, alluvioni, eruzioni vulcaniche
  • danni o disagi dovuti ad acqua, vento, neve
  • Calamità nazionali
  • e tutte le altre situazioni di pericolo per la popolazione…
    Il soccorso è gratuito ed è garantito a tutti. A pagamento dovrebbero essere gli interventi non considerati di soccorso tecnico urgente e che il cittadino potrebbe risolvere senza l’intervento dei VVF.
    Naturalmente una volta intervenuti, hanno pieni poteri di indagine, per accertare ad es. incendi dolosi o colposi ed eventualmente relazionare in merito se hanno procurato danni a terzi (cose, persone ecc.), inoltre possono redigere verbali nei confronti di chi ha violato norme nazionali, regionali locali come ordinanze ecc. Oppure segnalarne il comportamento omissivo per fatto o non aver fatto qualcosa che avrebbe potuto evitare l’incendio o altro. Di basilòasre importanza è, a tal fine, il DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 marzo 2015, n. 180. Dichiarazione dello stato di grave pericolosità pergli incendi boschivi nell’anno 2015, ai sensi della L.353/2000 e della L.r. 7/2014.

Comandante A. Nahi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.